BOLLICINA
VINO DI CEREALI

~

“ vengo dal cuore della Romagna toscana, regione culturale storica, da millenni conosciuta per cereali, uva e abbazie. Per noi vino d’uva e vino d’orzo sono emblematiche espressioni di una medesima storia ”

linea_icon

OSCAR SEVERI

FONDATORE DELLA MAISON, 2012

~

COME NASCE IL SOGNO

linea_icon

Oscar Severi nasce nel mezzo degli anni ’70 nel cuore della Romagna, antica terra di confine che per secoli aveva assicurato i migliori cereali per Roma e l’impero romano, legname per la Toscana, acqua purissima e manufatti per Ravenna, l’Europa e l’Oriente.
Vivendo nella cittadina di Civitella di Romagna, confine storico tra Granducato di Toscana e Stato della Chiesa, entra in contatto sin da piccolo con il mondo della coltura della vite e dei cereali.

A 14 anni è a Cesena per gli studi che a 19 anni lo portano a Milano e poi a Parigi.
A 22 anni parte all’avventura negli Stati Uniti e nel 1998 arriva in quella bellissima Chicago che segnerà il suo animo attraverso personalità rappresentative del tipico spirito imprenditoriale del Midwest e, oltre al Jazz & al Blues, per le sue tipiche vie in cui sorprendenti birre crude si uniscono a nuove amicizie, cultura e musica.

L’anno successivo è la Francia a chiamare Oscar a nuove esperienze.
Oscar sceglie di installarsi in avenue George V prima, poi nel XVI e nel VI dove si immerge nella cultura francese e viene a contatto con il mondo del vino franco.
Qui si innamora della viticultura francese, in particolare dei vini di Bordeaux prima, poi di Champagne e di Borgogna.

Chiamato in Italia per motivi professionali, nel 2005 decide di cogliere l’occasione e diventare membro dell’Associazione Italiana Sommelier per conoscere sempre di più il mondo del vino e degli alcolici. Oscar diventa Sommelier, Degustatore Ufficiale e ricopre anche la carica di responsabile delle relazioni istituzionali.
Nello stesso anno Oscar incontra Chiara a Milano, che pochi anni dopo diventa sua sposa, musa ispiratrice e co-creatrice di queste uniche bollicine di cereali.

Contemporaneamente alla pratica nel mondo del vino, nel 2010 Oscar decide di fare la conoscenza di Franco Re, fondatore e rettore dell’Università della Birra e decide di approfondire la conoscenza degli alcolici da cereali, consegue poi i diplomi di Publican e Maître Cervoisier.
L’incontro e l’amicizia con Franco Re saranno determinanti nella storia della bollicina e dei vini di cereali come anche il confronto con Chiara, con la quale nel 2010 volge a nozze, dove per l’occasione la coppia sceglie un antico castello medioevale e le selezioni di M.Spigaroli e decide la Francia come destinazione per il viaggio di nozze.

“Avevo un sogno, poter produrre e proporre una bollicina fatta da un mosto di cereali che avesse le caratteristiche dei migliori vini Champagne, e fosse caratterizzata da femminilità, naturalità, versatilità ed eleganza”.
Oscar sogna di ricreare un prodotto brassicolo delle origini: un vino d’orzo sublime, elegante, fine, femminile e versatile come i migliori Prosecco, Spumante, Champagne.

Così Oscar lo descriverà a Jean-Pierre Rous e a Luca Gardini:
“Avevo un sogno, arrivare a distillare un vino d’orzo sublime, elegante, raffinato… e creare una bollicina femminile, naturale, versatile da un mosto di cereali, invece che da un mosto d’uva”.

La sfida è quella di utilizzare un mosto di cereali, applicando le migliori esperienze produttive europee come la produzione brassicola d’abbazia, il metodo champenoise e le tradizioni millenarie della Roma antica e della Romagna toscana.

VINO DI CEREALI N.1

linea_icon

Nel 2011, Oscar e Franco Re avviano una collaborazione tanto feconda quanto segreta e sperimentano nuove combinazioni incrociando conoscenze ed esperienze vitivinicole e brassicole.
I loro studi e la loro amicizia saranno l’origine del nuovo metodo di produzione chiamato “Canone Augusto” o “Regula Romanula” che vedrà la luce quasi due anni dopo, attraverso la prima bottiglia PEELPIE.

La sperimentazione si ibrida con la riscoperta di un’antica originale ricetta di famiglia, detta “Codice del Sigizo” tramandata per più di mille anni e che viene ancora mantenuta segreta.

Nel 2012, Franco Re muore lasciando Oscar solo in questa intrapresa.
Il fondatore non demorde.
L’8 novembre del medesimo anno segna la fondazione della Maison e l’inizio del sogno: creare il miglior Vino di Cereale al mondo.
Viene lanciata così la prima etichetta PEELPIE, dai sentori fruttati di buccia [PEEL] d’arancia e di torta [PIE].

VINO DI CEREALI N.2

linea_icon

Ad ogni produzione, alcune bottiglie venivano messe a maturare nella Cave d’Affinage della Tenuta San Stefano in località Monte Girone a Civitella di Romagna, nel paese di origine ai piedi dell’Appennino della Romagna toscana dove, affinandosi nel tempo, le bollicine miglioravano considerabilmente, acquisendo sentori e caratteristiche gustative inaspettate.

Amici e clienti spronavano Oscar a continuare a perfezionare l’opera e a testare pratiche nuove.
Oscar si cimenta in nuovi sviluppi dell’antica ricetta “Codice del Sigizo” e del metodo di produzione “Canone Augusto” o “Regula Romanula”, osserva sempre più le pratiche antiche e le tradizioni migliori che rendono un vino eccellente e unico.

Nel maggio del 2016 SOÀSIA, la prima bottiglia di bollicine “in stile champagne”, viene alla luce.
Sarà poi presentata a Montecarlo a Jean Pierre Rous e a Forlì a Luca Gardini.
Successivamente viene sottoposta alla critica di chef stellati e vari operatori del settore vitivinicolo a Milano, in Italia e all’estero.
Il ritorno è sensazionale e rapidamente questo vino di cereali viene battezzato lo “champagne del mondo brassicolo”.

VINO DI CEREALI N.3

linea_icon

Purtroppo, alcuni problemi di salute della moglie Chiara cominciano ad affliggere la serenità della famiglia e di Oscar e, dopo un lungo iter di test ed esami, si scopre l’intolleranza di Chiara al glutine.
Spinto da questo problema e dalle richieste di clienti e amici a testare pratiche nuove, Oscar decide di intraprendere la sfida della creazione di un vino di cereali gluten-free e vicino alle esigenze delle persone più sensibili.

L’antica ricetta “Codice del Sigizo” e il metodo di produzione “Canone Augusto” o “Regula Romanula” vengono a supporto delle antiche pratiche e tradizioni per rendere possibile la creazione di un vino eccellente fatto da grano saraceno.

Nel maggio del 2017 viene così presentata ALAÌS, la prima etichetta in stile “Spumante” con tre certificazioni: glutenfree, vegan, organic-bio.
Successivamente viene sottoposta alla critica di chef stellati e vari operatori del settore vitivinicolo, brassicolo. della ristorazione e hotellerie.
Il ritorno è incredibile.

Nasce così la gamma a tre etichette: SOÀSIA, ALAÌS insieme all’originaria PEELPIE rinominata ORIGINALÌS.
Le tre etichette vengono vestite con la stella dorata a otto punte, ispirazione e simbolo locale del dipinto della Vergine della Suasia e dell’acqua del torrente omonimo situato alle pendici della Tenuta San Stefano Monte Girone e della sede Molino Boscherini a Civitella di Romagna, paese di origine del fondatore e dell’azienda.

Invecchiando la nostra bollicina di cereali migliora e si affina, trasformando il lavoro e il tempo in virtù, e conferendo alle nostre etichette caratteristiche gustative peculiari

SUAVIS

DOLCEZZA

fragranze fruttate, rotonde, aromatiche

bollicina dai sentori rotondi, morbidi, dolci dalle fragranze fresche o aromatiche

con note fruttate, di cereali e dolci da forno, di lievito e crosta di pane di miele speziato, di spezie fresche o dolci, di frutta secca ed eteree

la dolcezza è una particolarità della nostra bollicina questa caratteristica identitaria proviene da un’antica ricetta di famiglia detta “Codice del Sigizo”, dal processo particolare di produzione “Canone Augusto” o “Regula Romanula” e dal lungo tempo di maturazione, passaggi che la rendono elegantemente armonica ed equilibrata

BULLAE

EFFERVESCENZA

un tripudio di bollicine eleganti, fini, persistenti

identità spumeggiante, effervescente, briosa con spiccata sensazione di freschezza, leggerezza, raffinatezza

una bollicina e una spuma finissima, persistente ed elegante capace di conferire brillantezza, brio e luminosità a colori emozionanti

l’effervescenza è una particolarità della nostra bollicina questa caratteristica identitaria proviene da un elevato livello di anidride carbonica, che si sviluppa naturalmente nel lungo processo di produzione, di presa di spuma e di affinamento manuale

CRUDAM

NATURALEZZA

integralmente naturale

per la nostra bollicina non può esserci nulla di meglio che la naturalezza che si ritrova nel gusto fragrante, fresco, croccante

la nostra bollicina è viva e continua a migliorare col passare del tempo in modo naturale grazie al lavoro della natura e del lievito permettendo lo sviluppo di un bouquet ampio e inedito dai toni morbidi e rotondi

la naturalezza è una particolarità della nostra bollicina, il rispetto per il lavoro della natura ed i suoi equilibri ci dona sentori autentici, wellbeing e serenità

Dear visitor,
in order to visit the PEELPIE site, we kindly ask you to confirm that you are of legal drinking and purchasing age in your location of residence. In case of no legal age for consuming alcohol in your location, you must be over 21.